BIO | PROFUMO Francesco

RITRATTO_PROFUMOfrancesco

Presidente della Compagnia di San Paolo, è ingegnere elettrotecnico e accademico italiano, ex Rettore del Politecnico di Torino e presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche. È stato Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Al Festival 2020 il suo intervento con Furio Garbagnati è stato:
Il capitalismo tra valore per gli azionisti e valore per i portatori di interesse
I risultati economico-finanziari non bastano più da soli a motivare le scelte d’investimento. Oltre agli azionisti assumono oggi un’importanza rilevante anche gli altri stakeholder con cui l’azienda interagisce. Lo sviluppo dell’azienda per gli investitori non può prescindere dagli impatti che questo ha sull’ambiente e  a livello sociale e da elementi come  affidabilità e trasparenza della governance societaria. L’emergenza sanitaria generata dalla pandemia ha accentuato i motivi di interesse verso gli investimenti “responsabili.
Rivedi il video dell’evento > clicca qui


Al Festival 2019 il suo intervento con Roberto Deambrogio, Alessandra Perrazzelli, Luca De Biase è stato:
Il lavoro del futuro: l’impatto delle tecnologie e le nuove conoscenze
Rivedi lo streaming video dell’evento > clicca qui


Al Festival 2018 il suo intervento, con Gabriele Galateri di Genola, Edoardo Garrone e Federico Fubini, è stato:
Il mestiere di presidente
Rivedi lo streaming video dell’evento > clicca qui


Al Festival 2016 il suo intervento con Luigi Gubitosi è stato:
Imprenditorialità pubblica – Imprenditorialità privata
Modera Annalisa Bruchi


Al Festival 2014 il suo intervento in dialogo con Severino Salvemini è stato:
Territorio, cultura e risorse naturali: dal coinvolgimento allo sviluppo
La relazione con il territorio e con i suoi abitanti; il loro coinvolgimento e l’attenzione ai loro bisogni. La cultura può rappresentare oggi la fonte principale di stimoli cognitivi per la trasformazione del territorio e per guidare la crescita. Attraverso un processo innovativo di engagment e committment si può costruire un nuovo modello e condurre insieme, cittadini e aziende, il gioco per la valorizzazione e lo sviluppo delle risorse naturali e culturali.