BIO | BUTTAFUOCO Pietrangelo

RITRATTO_BUTTAFUOCOpietrangelo
Giornalista e scrittore, è collaboratore del Fatto Quotidiano. Oltre a firmare Il Riempitivo, la rubrica quotidiana del Foglio, dal 2014 è ospite fisso di Mix24, la trasmissione radiofonica di Giovanni Minoli in onda su Radio24. Dal novembre 2016, torna a La7 per collaborare a Faccia a faccia, sempre di Minoli. È autore, tra gli altri, di diversi saggi e romanzi, tra cui Le uova del drago (Mondadori, 2005), L’ultima del diavolo (Mondadori, 2008), Cabaret Voltaire (Bompiani, 2008), Il lupo e la luna (Bompiani, 2011) e Il feroce saracino (Bompiani, 2015). È tra i fondatori della casa editrice La nave di Teseo, per cui ha pubblicato I baci sono definitivi (2017).

 


Al Festival 2018 i suoi interventi sono stati:

con Mario Incudine e Antonio Vasta
I baci sono definitivi
Non una semplice presentazione, bensì un viaggio dentro il libro di Pietrangelo Buttafuoco I baci sono definitivi. Un succedersi di storie lette e prima ancora rubate dall’autore nel suo viaggio giornaliero in metropolitana, treno o aereo. Tra una lettura ed un’altra, il poliedrico e versatile Mario Incudine, accompagnato dall’inseparabile maestro Antonio Vasta, rende magico ciò che già risultava fantastico. Ad ogni racconto una canzone, ad ogni canzone un’emozione, ad ogni emozione un altro viaggio.
Rivedi lo streaming video dell’evento > clicca qui

con Aldo Cazzullo
I giornali del mattino in diretta dal Festival
Un’inedita lettura dei quotidiani, dal gusto ironico e dissacrante, ai confini della realtà, in cui giornalisti e personaggi di cultura e spettacolo commenteranno in un modo tutto particolare i titoli e i temi più “caldi” dell’attualità.
Rivedi lo streaming video dell’evento > clicca qui


Al Festival 2017 il suo spettacolo con Mario Incudine e Antonio Vasta è stato:
Il dolore pazzo dell’amore
La narrazione di Buttafuoco si fonde e si alterna alle ballate di Incudine che intreccia una tessitura di note e parole che vanno dalla voce lontana dei carrettieri siciliani alle melodie delle serenate, fino ad arrivare alla Sicilia di oggi con le sue nuove parole e con la sua nuova musica sempre senza tempo.


Al Festival 2016 il suo intervento con Gino Ruozzi è stato:
Dall’aforisma al tweet
Leo Longanesi e la capacità di stupire in 140 caratteri o poco più.
Moderato da Antonio Prudenzano
Rivedi lo streaming video dell’evento > clicca qui