BIO | BERTOLIO Bati

RITRATTO_BERTOLIObati

Musicista di formazione classica, si esibisce regolarmente come organista da solista o in formazioni cameristiche. Nel 2005 ha pubblicato il CD L’organo Sonante per la Real Chiesa di Superga, inciso sull’organo storico della Basilica di Superga, di cui è stato organista titolare. Si dedica anche allo studio della fisarmonica, ricercando armonie multiculturali e originali. Collabora con diversi musicisti, tra cui Giorgio Conte, con il quale si esibisce in tutta Europa in qualità di membro stabile della sua orchestra. Collabora nella produzione e registrazione di colonne sonore per RAI e Mediaset.

Al Festival 2019 il suo intervento è:

domenica 15 settembre > ore 21.30 > Piazza Colombo
con Giorgio Conte, Alessandro Nidi, Alberto Parone
Sconfinando
Giorgio Conte proporrà, in quartetto con Alessandro Nidi, Alberto Parone e Bati Bertolio, il suo repertorio senza tempo che va oltre ogni moda. Cantante, interprete, autore e compositore (che ha dato canzoni, tra i tanti, a Mina, Ornella Vanoni, Loretta Goggi, Il Clan Celentano, Equipe 84, Fausto Leali, Mireille Mathieu) lascia, dagli anni ’60, tracce importanti nel panorama della musica italiana ed internazionale. Definito dalla stampa “umorista che sa commuovere ed intellettuale che strizza l’occhio alle persone comuni” è un artista capace di coinvolgere pienamente, da grande affabulatore ed interprete qual è, il pubblico dei suoi spettacoli. Il suo motto è “…e continuo la mia vita al gusto di tutto…”.