> BIO | LAGIOIA Nicola

RITRATTO_LAGIOIAnicola
Nato a Bari nel 1973. È direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino e conduce Pagina 3, la rassegna stampa culturale di Radio Rai 3. È stato prima selezionatore e poi giurato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Con minimum fax ha pubblicato Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (2001), e con Einaudi Occidente per principianti (2004), Riportando tutto a casa (2017; Premio Viareggio-Rèpaci, Premio Vittorini, Premio Volponi), La ferocia (2014; Premio Strega 2015) e La città dei vivi (2020, Premio Alessandro Leogrande). I suoi libri sono tradotti in 15 paesi.

Al Festival 2021 il suo intervento con Mario Calabresi è stato:

Aperitivo del Festival – Raccontare il male – La città dei vivi reloaded
La città dei vivi è stato, per il mondo letterario italiano, come un “taglio” di Fontana per l’arte. Un fenomeno apparentemente isolato, l’efferato omicidio di Luca Varani, diventa paradigma di una città, il colore con cui dipingerne l’anima e l’abbandono in cui versa. Nicola Lagioia dialoga con Mario Calabresi sulle possibilità della narrazione del tempo presente, del male e della speranza.