> BIO | PIANO Renzo

RITRATTO_PIANOrenzo

Nasce a Genova nel 1937, da una famiglia di costruttori edili, poi si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1964. Durante gli anni della formazione collabora con Franco Albini e Marco Zanuso. Poi si trasferisce negli Stati Uniti e, tra il 1965 e il 1970, lavora con Louis Kahn a Filadelfia, intessendo legami con  Makowski. A Londra incontra Richard Rogers, suo primo partner nella Piano&Rogers (1917), con cui vince il concorso internazionale per il concorso internazionale per il Centre Georges Pompidou di Parigi (1971-1977). Nel 1981 inaugura il Renzo Piano Building Workshop (tutt’oggi titolazione del suo studio) con cui ha realizzato negli anni più di 130 progetti in Europa, Nord America, Australia e Asia. Insignito dei più prestigiosi premi internazionali, Piano è stato visiting professor alla Columbia University di New York, alla facoltà di Architettura di Oslo, al Central London Polytechnic e alla Architectural Association School di Londra. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il 30 agosto 2013 l’ha nominato Senatore a vita.

Al Festival 2018 la sua lectio magistralis è:
giovedì 6 settembre > ore 17.15 > Teatro Sociale
Visioni
Nella sua lectio magistralis, l’architetto e senatore a vita Renzo Piano ci mostrerà la sua visione del nuovo ambiente urbano e del rapporto che intercorre fra architettura e società, di cui ci ha dato accenno nelle sue recenti parole: «Nella società i grandi cambiamenti non li fanno gli architetti, ma l’architettura ne è specchio fedele, quando riesce a trasformarli in simboli visibili, in macchine perfette ed umane che fanno avanzare la civiltà dei comportamenti in una direzione equa e condivisibile».