BIO | LERNER Gad

RITRATTO_LERNERgad

Giornalista, scrittore e conduttore televisivo, ha condotto per oltre dieci anni su La7 il programma di approfondimento L’Infedele e ha collaborato al quotidiano La Repubblica. È presidente del Comitato editoriale di Laeffe, televisione del gruppo Feltrinelli, e realizza inchieste per Rai3, l’ultima delle quali è La Difesa della Razza.

Al Festival 2018 il suo intervento è:

sabato 8 settembre > ore 16.30 > Terrazza della Comunicazione
Ma che razza di giornalismo
La tracotante iattura del “politicamente scorretto”.


Al Festival 2017 il suo intervento è stato:
Operai disconnessi: il lavoro che non raccontiamo più

domenica 10 settembre, alle 10.00
Piazza Battistone


Al Festival 2015 il suo intervento è stato:
Comunicare in tempo di guerra
Il linguaggio umano, spesso in maniera poco consapevole, utilizza la natura per esprimere concetti pregnanti, una sorta di lingua natura.


Al Festival 2014 il suo intervento è stato:
Perché ci è faticoso raccontare l’umanità in movimento fra le sponde del Mare Nostrum
Ci sono notizie di rilevanza epocale e perfino spettacolari nella loro evidenza, che però non fanno audience perché ci turbano. L’umanità in movimento fra le due sponde del Mediterraneo viene raccontata dalla letteratura e dal cinema capaci di rappresentare quel passaggio cruciale che è “il viaggio” intrapreso dai migranti fra due mondi ormai inseparabili. Il giornalismo invece patisce il disagio esistenziale vissuto dai lettori e dai telespettatori. Si attarda nella contrapposizione sentimentale fra pietà e fastidio, insegue la polemica politica, asseconda la ricerca di capri espiatori. Ma finché la cronaca sfuggirà al dovere di fare i conti con la storia, la rimozione ci lascerà sprovveduti.